costruzione campi sportivi multisport

Campi polivalenti: quali sono le pavimentazioni adatte?

Questa news vuole approfondire uno dei punti chiave nell’ambito della polivalenza sportiva: la pavimentazione

Come vi abbiamo già spiegato nella nostra precedente news, è essenziale che all’interno del campo polivalente non convivano troppe discipline. 
Così come è fondamentale l’abbinamento di attività sportive capaci di condividere le stesse caratteristiche in materia di pavimentazioni. 

PAVIMENTAZIONE CAMPO SPORTIVO OUTDOOR

Se si tratta di un campo OUTDOOR ci sono due diverse possibilità: l’erba sintetica o la resina. 

1) ERBA SINTETICA:

L’erba sintetica è senz'altro più performante, ma non soddisfa tutti gli sport: è perfetta per il calcetto e per il tennis, ma esclude il basket e la pallavolo.

2) RESINA:

La resina racchiude in sé l’essenza vera e propria della polivalenza: è adatta a soddisfare tutte le discipline. Essendo però una pavimentazione rigida, potrebbe risultare meno performante.

Tra le diverse tipologie di resine, troviamo le acriliche e le poliuretaniche:

- Acriliche: sono le più economiche, ma sono caratterizzate da una rigidità che le rende meno efficaci. 
Pur essendo costituite da uno strato di 2 mm riescono a soddisfare diverse discipline sportive.
Solitamente le consigliamo negli oratori, dove i campi outdoor vengono utilizzati anche per manifestazioni ed eventi. 

- Poliuretaniche: sono maggiormente performanti, hanno uno spessore di 4 o 5 mm e sono rifinite con granuli di gomma in EPDM, per cui garantiscono una bassa traumaticità d’impatto in caso di caduta. 
Si adattano perfettamente al basket, alla pallavolo, al calcetto e al tennis. 

 

PAVIMENTAZIONE CAMPO SPORTIVO INDOOR

Per quanto riguarda invece i campi INDOOR, si aprono un numero maggiore di possibilità, oltre alle soluzioni viste sopra. 
Possiamo optare per materiali resilienti prefabbricati che sono altamente prestazionali e performanti, ma anche più costosi. 
Questa famiglia di pavimentazioni si adatta a diverse attività sportive e viene scelta in relazione alla morbidezza e allo spessore di cui si necessita. 
Per esempio per il tennis, uno sport che predilige una superficie rigida, è sconsigliata una pavimentazione eccessivamente morbida. 
Così come invece altri sport necessitano di una maggiore attenzione all’assorbimento degli urti o al rimbalzo della palla. 

 

RICAPITOLANDO

CAMPO POLIVALENTE OUTDOOR
- Erba sintetica: perfetta per il calcetto e il tennis (no pallavolo e basket).
- Resina acrilica: meno prestazionale ma più economica. Adatta a soddisfare diverse specialità sportive, ma anche manifestazioni ed eventi.
- Resina poliuretanica: più costosa ma più performante. Perfetta per basket, pallavolo, calcetto e tennis.
 
CAMPO POLIVALENTE INDOOR
- Prefabbricati: altamente prestazionali, permettono di raggiungere un massimo grado di polivalenza adattandosi a molteplici attività sportive. 
 

 

  

previous post

Terminati i lavori per la Parrocchia di Fatima (MI)